Bassa mortalità ictus in ospedali Usl 1

CITTÀ DI CASTELLO (PERUGIA), 1 FEB - Risulta più bassa della media regionale (a sua volta al di sotto di quella nazionale) la mortalità per ictus cerebrale nei Centri dedicati presenti negli ospedali di Città di Castello e Gubbio-Gualdo Tadino della Usl 1. Un quadro che emerge dai dati del Piano nazionale esiti relativi alla mortalità per ictus cerebrale negli ospedali. Ridotta - secondo lo studio - dove esistono strutture dedicate all'assistenza dei pazienti. In Umbria - riferisce l'Usl - la mortalità è del 6-7% contro la media nazionale del 10,9. Dato che per i Centri degli ospedali di Città di Castello e Gubbio-Gualdo Tadino scende al 5%. Entrambi afferiscono alla Struttura complessa di neurologia diretta dal dottor Stefano Ricci e praticano la terapia fibrinolitica. Per migliorare i percorsi diagnostici e organizzativi, i Centri ictus dell'Usl 1 partecipano al progetto Europeo Angels. I due centri sono dotati di 12 letti complessivi e di personale dedicato al trattamento dei pazienti con ictus. (ANSA).

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Corriere Adriatico
  2. Questure Polizia di Stato
  3. Questure Polizia di Stato
  4. Primo Piano Notizie
  5. NewsRimini.it

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Carpegna

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...